RICORDO DI GIULIO CESARE

DIstrazione

Giulio Cesare2014Domenica 13 luglio 2014 il Gruppo Storico Publio Elio Adriano ha partecipato all’evento il Ricordo di Cesare. Insieme ad altre Associazioni aderenti al progetto Pactum abbiamo ricordato il grande generale. Un corteo di 60 rievocatori con partenza da piazza S.Apostoli ha percorso Via dei Fori Imperiali fino a giungere nei pressi della statua che lo ricorda, dove veniva posta una corona.                          AMBROSIVS POMPEIVS                                                                                                                                                  

AD LIBITUM

Passeggiate archeologiche ispirate ai temi dell’Archeogastronomia tra le rovine della Villa Imperiale più bella e grande del mondo. Appuntamenti ricorrenti la prima domenica del mese, dove Il visitatore percorre un viaggio nel tempo, con appassionati archeologi della Coop Culture, e rievocatori del Gruppo Storico P.E. Adriano. Al termine del percorso in Villa Ambrosius introduce alla Gustatio dell’Imperatore Adriano con l’Aperitivo Archeologico e con un piccolo assaggio di cibi descritti da Ateneo , tanto caro ad Adriano, e da Apicio, realizzati e descritti dalla chef archeologa del gusto dei secoli Gabriella Cinelli.

AMBROSIVS POMPEIVS10449520_804176329617986_372489986052711181_n

IDI ADRIANENSI 2014

Alcuni degli angoli più suggestivi di Tivoli come  l’Anfiteatro di Bleso, le Scuderie Estensi, Piazza Garibaldi, il Tempio della Sibilla e Ponte Gregoriano, il 12, 13 e 14 settembre hanno fatto da cornice all’evento “IDI Adrianensi 2014″.
Questa  Decima Edizione, gemellata con il Festival Internazionale di CEREALIA, si è svolta all’insegna di iniziative culturali, di rievocazione storica e di approfondimento sull’agro alimentare dell’antichità  in collaborazione con la locale condotta Slow-Food, e con i prodotti della valle dell’aniene nel  mercato Hercules Victor  versione archeologica del mercato della Terra.
Oltre al mercato Hercules Victor, dove i visitatori hanno apprezzato le proposte enogastronomiche dell’antichità, la sera di sabato nella cornice dell’Anfiteatro di Bleso è andata in scena, in collaborazione con La Web-TV, la 4 edizione della Dea AnticA Tibur che ha premiato la bellezza 16enne di Mercedes Iaci; nella serata di domenica è stata la volta della Passio Sancte Sympherosae (Santa tiburtina martirizzata sotto l’imperatore Adriano), recita i 9 atti su testo della Dr.ssa Paola Sarcina  del Mthi che ha anche curato la regia e magistralmente diretto  i rievocatori del nostro gruppo.
Il corteo storico per le vie del centro, con un centinaio di rievocatori del Gruppo Storico Publio Elio Adriano, Legio II Consularis, Gruppo Storico XXI Legio Rapax, Gruppo Storico Romanitas, Gruppo Storico Romars e per ultimo, ma non meno importante, la Legio Alatrensis, è approdato in Piazza Garibaldi, gremita di popolo. Alla presenza delle autorità cittadine i vari gruppi si sono cimentati in brevi rappresentazioni, al termine delle quali il Sindaco Di Tivoli Dr. Prof. Giusepe Proietti ha voluto ringraziare personalmente gli intervenuti con la consegna di una pergamena in ricordo di questa X edizione.
Ad maiora
Ambrosius Pompeius

ACTA EST FABULA, PLAUDITE

Nel bimillenario della morte di Augusto il comune di Nola, nell’ambito della rassegna SettembreArte, ha promosso in collaborazione con la Soprintendenza archeologica di Napoli, l’Associazione “Meridies” e l’Associazione Culturale NarteA, un’inedito spettacolo itinerante di rievocazione storica “Acta est fabula, plaudite”, in luoghi normalmente non accessibili come l’Anfiteatro Laterizio, dove si è svolta la parte teatrale. Nel 14 d.c. Tiberio si preparava a compiere una spedizione in Illiria e Augusto volle accompagnarlo. Durante il viaggio l’Imperatore fu colto da malori e costretto a fermarsi a Nola, Sentendosi vicino alla morte dettò le sue memorie, esponendo i casi della sua vita, elencando gli onori ricevuti, le spese fatte per l’amministrazione dello Stato, le enumerazioni da lui compiute in guerra e in pace, e la vita trascorsa con Livia.                                                                 Il 19 agosto del 14d.c. esalò l’ACTA EST FABULA PLAUDITEultimo respiro. Il titolo dello spettacolo itinerante, letteralmente “La commedia è terminata, applaudite” deriva da una locuzione latina presa da un passo di Svetonio in la “Vita di Augusto”, e pronunciata dallo stesso Augusto sul letto di morte.  La nostra Associazione con il suo gruppo storico è stata invitata a partecipare all’evento di rievocazione del corteo funebre, con circa 40 rievocatori rappresentativi di Senatori, Patrizi e Patrizie, pretoriani e legionari e per quest’ultimi abbiamo anche coinvolto gli amici del Pactum con il Gruppo Storico Romanitas e Legio II Consularis.                                                      L’evento, apprezzato dal numerosissimo pubblico, è stato un successo e da parte nostra un ringraziamento per l’invito del quale siamo orgogliosamente fieri.           Ad maiora                                                                                                               Ambrosius Pompeius 

 

 

 

 

DANI DIOKLECIJANA

                                        I GIORNI DI DIOCLEZIANO
Una manifestazione ideata e organizzata dal locale Ufficio del Turismo che quest’anno festeggia il decennale. Nei GIORNI DI DIOCLEZIANO un equilibrato mix di rappresentazioni rievocative, spettacoli e intrattenimento, nella splendida scenografia del Peristilio imperiale, e nei luoghi sottoposti a tutela UNESCO richiamano migliaia di turisti da ogni parte del mondo. Un encomiabile esempio di utilizzo di UN SITO ARCHEOLOGICO per la crescita sociale, culturale, turistica e economica della Città. L’associazione GENS JULIA organizzatrice, ormai da molti anni della rappresentanza ITALICA, ha coinvolto la propria LEGIO XXI RAPAX, la V COHORS PRAETORIA del gruppo Storico ROMANITAS e il gruppo storico PUBLIO ELIO ADRIANO dell’Associazione VILLA ADRIANA NOSTRA, con circa 50 figuranti e 2 “CESARI” dal 15 al 20 agosto.
Diocletian's_Palace_(original_appearance)«nato in una famiglia di umili origini Illirica Diocle (questo il nome originario) militò nell’esercito romano fino a diventare comandante di cavalleria sotto l’imperatore Marco Aurelio Caro (282-283). Dopo la morte di Caro e di suo figlio Numeriano Diocle fu proclamato imperatore (cambiando il proprio nome in Diocleziano), in opposizione a Marco Aurelio Carino figlio maggiore di Caro che era stato nominato imperatore dal padre. Carino perse il regno e la vita nella battaglia del fiume Margus.
Con l’ascesa al trono di Diocleziano (285) ebbe fine la crisi del terzo secolo, caratterizzato da un elevato numero d’imperatori che regnavano per pochi anni e si succedevano tramite colpi di Stato. Per consolidare il potere imperiale, infatti, Diocleziano mise in atto una serie di riforme politiche e amministrative, tra cui la condivisione dell’impero tra più colleghi. Infatti, nominò Massimiano Augusto, co-imperatore; e nel 293 nominò due Cesari, vice-imperatori, dando così vita alla «Tetrarchia», governo dei quattro, dove ciascun Augusto avrebbe governato su metà dell’impero, delegando il governo di metà del proprio territorio al proprio Cesare, il quale gli sarebbe succeduto dopo venti anni di regno.
Separò l’amministrazione civile da quella militare, rafforzandole entrambe, e riorganizzò la suddivisione delle province, fondando nuovi centri amministrativi a Nicomedia, Mediolanum, Antiochia e Treviri, luoghi più vicini alle frontiere dell’impero. Roma di fatto perdeva l’importanza millenaria.
Dopo avere festeggiato il ventennale del proprio governo, in occasione del quale visitò per la prima ed unica volta la città di Roma, visionando la costruzione delle grandi terme a lui dedicate, depose la carica e il titolo di Augustus con una solenne cerimonia, il 2 maggio 305 e si ritirò in un meraviglioso palazzo fatto costruire appositamente a Spalato.»
Grande soddisfazione di tutti i partecipanti che hanno dato il meglio della rievocazione ai massimi livelli, nei due giorni a noi dedicatii:                                        – Parata storica
- Disciplinate tecniche militari legionarie MVRVM et TESTVDO;
- Difesa dell’AQUILA e saluto ai TETRARCHI (4 imperatori) da parte della corte pretoria;
- Ludi gladiatori e danze antiche.                                                                                 Ogni giornata ha avuto un gustoso e degno epilogo nella CENA. Un banchetto  Imperiale LUCULLIANO per tutti i renactors. Questa è living history, e  orgogliosi per averci partecipato rivolgo un grazie agli organizzatori per il gradito invito.       AD MAIORA                                                                                                            Ambrosius Pompeius